Nuovi strumenti SEO in Bing Site Explorer

Nuovi strumenti SEO in Bing Site Explorer

Con il rilancio di Site Explorer, Bing Webmaster Tools sta acquisendo una nuova esperienza non offerta da Google Search Console.

Se ti sei mai trovato a chiedere: “Perché utilizzare Strumenti per i Webmaster di Bing quando utilizzo già Google Search Console?” – ora potresti avere la tua risposta.

Cosa c’è di nuovo in Bing Site Explorer?

Bing non sta semplicemente migrando Site Explorer ai nuovi Strumenti per i Webmaster, ma viene completamente revisionato con una nuova interfaccia e nuove funzionalità.

“Site Explorer offre una visione SEO unica di come Microsoft Bing vede il tuo sito”, affermazione di Bing.

L’unicità a cui si riferisce Bing è il modo in cui Site Explorer presenta i dati.

Tutte le pagine del tuo sito sono organizzate in una serie di cartelle e sottocartelle che riflettono la struttura del tuo sito.

Quindi puoi eseguire il drill-down dei dati a livello granulare o eseguire lo zoom indietro per ottenere una visione d’insieme.

Bing Site Explorer ha strumenti unici per i SEOEsempio di cartelle in Bing Site Explorer.

“[Site Explorer] riflette la maggior parte degli URL che abbiamo visto sul Web, inclusi reindirizzamenti, collegamenti interrotti o quelli bloccati da robots.txt, organizzati in modo simile a un esploratore di file.

In questo modo, ti offre la flessibilità di navigare in ogni cartella e negli URL in esse contenuti per comprendere, eseguire il debug e modificare la struttura del tuo sito come richiesto. “

All’interno di ogni cartella troverai le informazioni di scansione pertinenti dalle recenti scansioni del tuo sito insieme ai conteggi di clic, impressioni e backlink.

Alcuni dei dati disponibili in Site Explorer includono:

  • Indicizzato: Numero di URL che sono stati indicizzati con successo all’interno di quella cartella.
  • Errore: Errori critici di scansione che hanno portato alla mancata indicizzazione degli URL.
  • avvertimento: Questi possono includere URL con problemi relativi alle linee guida, problemi di scansione temporanei o robots.txt non consentito, ecc. I webmaster dovrebbero verificare periodicamente un aumento / diminuzione di questi numeri.
  • Escluso: URL con violazioni di spam, basso rango ecc.

Site Explorer visualizza i dati sopra per ciascuna cartella, come mostrato nell’esempio seguente.

Bing Site Explorer ha strumenti unici per i SEOEsempio di dati di primo livello in Bing Site Explorer.

Le cartelle e gli URL possono essere ordinati alfabeticamente o per clic o impressioni.

“Riteniamo che questo potente strumento consentirà ai webmaster e agli esperti di SEO di suddividere i propri URL in base a varie funzionalità e di eseguire il debug o di soddisfarli in base alla necessità di migliorare il posizionamento nei risultati di ricerca”.

Bing Site Explorer fornisce gli stessi dati anche per i singoli URL all’interno di una cartella e ancora più informazioni.

Queste informazioni aggiuntive vengono visualizzate per le singole pagine:

  • Data dell’ultima scansione
  • Data scoperta per la prima volta
  • Codice HTTP
  • Se la pagina è HTTPS

Vedere un esempio di dati di singole pagine di seguito.

Bing Site Explorer ha strumenti unici per i SEOEsempio di dati a livello di pagina in Bing Site Explorer.

Come puoi vedere nell’esempio, Site Explorer offre anche la possibilità di ispezionare gli URL, richiedere l’indicizzazione degli URL e testare un URL nello strumento di verifica robots.txt di Bing.

Come afferma Bing, la combinazione di queste funzionalità rende Site Explorer “Una soluzione completa per controllare lo stato SEO e l’integrità dei tuoi URL.”

L’aggiornamento di Bing a Site Explorer è stato finora ben accolto dai SEO.

Lascia un commento