In che modo i social media influenzano il 71% delle decisioni di acquisto dei consumatori

In che modo i social media influenzano il 71% delle decisioni di acquisto dei consumatori

Riepilogo di 30 secondi:

  • A causa dell’aumento degli acquisti online e della quantità di tempo che le persone trascorrono sui social media, i social media influiscono sulle decisioni di acquisto dei consumatori.
  • I consumatori che sono influenzati dai social media hanno quattro volte più probabilità di spendere di più per gli acquisti.
  • Ci sono quattro modi in cui i social media hanno un’influenza diretta sulle decisioni di acquisto.
  • I social media e lo shopping online hanno accorciato il percorso del cliente.
  • I social media hanno amplificato l’impatto della prova sociale o del passaparola.
  • Il social media influencer marketing è uno dei modi più efficaci per raggiungere il tuo pubblico.
  • Le storie e i contenuti effimeri sono un nuovo modo per connettersi al tuo pubblico.
  • Ogni piattaforma di social media è diversa e può essere utile per diversi obiettivi.

Al giorno d’oggi gran parte degli acquisti viene effettuata online e nel 2020 questo numero è cresciuto notevolmente anche a causa del Covid-19. Man mano che il numero di utenti Internet aumenta e le aziende tecnologiche sviluppano più modi per integrare online nello shopping, si prevede che la vendita al dettaglio online crescerà esponenzialmente. Logicamente, molte decisioni di acquisto dei consumatori vengono prese anche online e dove le persone trascorrono la maggior parte del loro tempo online: sui social media.

Secondo GlobalWebIndex, Il 54% degli utenti dei social media utilizza i social media per cercare prodotti e Il 71% ha maggiori probabilità di acquistare prodotti e servizi basati sui referral dei social media. Scommetto che tu stesso hai preso una decisione di acquisto in base a ciò che hai visto nel tuo feed almeno una volta, che si tratti di un post di un amico o di un annuncio che ti ha convinto.

È difficile dire esattamente quanto i social media influenzino i clienti, non solo quello che acquistano, ma le loro abitudini di consumo in generale. I social network hanno cambiato il modo in cui promuovono i prodotti e ci hanno persino offerto nuovi modi per fare pubblicità. Parliamo di alcuni fattori che influenzano i clienti al giorno d’oggi.

In che modo i social media influenzano le decisioni di acquisto dei consumatori

1. Il percorso del cliente abbreviato

La prima cosa che noti quando si tratta di clienti sui social media è il percorso del cliente abbreviato. In passato le persone scoprivano un prodotto, vedevano un annuncio in TV più volte e la settimana successiva potevano fare shopping e finalmente acquistare il prodotto. Ora, questo processo può richiedere minuti.

Viaggio del cliente moderno

Secondo il rapporto di Deloitte, il 29% degli utenti dei social media ha maggiori probabilità di effettuare un acquisto lo stesso giorno in cui utilizza i social media. Ciò significa che una volta che vedono un prodotto, fanno semplicemente clic sul collegamento e lo acquistano. Inoltre, lo stesso rapporto afferma che i consumatori che sono influenzati dai social media hanno quattro volte più probabilità di spendere di più per i propri acquisti.

Il percorso del cliente non è solo più breve, ma è anche più complicato ora. I social media hanno reso la ricerca sui prodotti più accessibile agli utenti. Ad esempio, se il tuo cliente vede un prodotto su Instagram, può immediatamente cercare l’hashtag per cercare altre recensioni e decidere se acquistarlo o meno. Di conseguenza, i clienti dedicano più tempo alla ricerca e controllano più fonti per le recensioni.

Il 62% dei clienti afferma di condividere esperienze negative con altre persone. Quindi è estremamente importante tenere d’occhio la reputazione online e cercare recensioni sui social media.

2. L’influenza della prova sociale

Certo, la prova sociale non è un concetto nuovo: l’uomo è un animale sociale e da secoli ci scambiamo raccomandazioni. Il fatto è che queste raccomandazioni e anti-raccomandazioni possono ora essere ascoltate da centinaia di persone.

Raccomandazioni - In che modo i social media influenzano le decisioni di acquisto dei consumatori

Ogni volta che twitti o pubblichi su questo fantastico caffè o lo shampoo che ha fatto miracoli ai tuoi capelli, i tuoi follower sui social media lo vedono e potrebbero essere spinti a provarlo. Lo stesso vale per opinioni negative e invettive. Come indicato da Forbes, L’81% delle scelte di acquisto dei consumatori è influenzato dai post dei propri amici sui social media.

Inoltre, le persone chiedono in modo proattivo consigli sui social media (e i marchi purtroppo spesso li ignorano). Secondo questo studio di Awario, solo il 9% delle conversazioni sul marchio sono risposte alle domande dei clienti, tuttavia, a seconda del settore, possono esserci più di 100 persone che chiedono consigli sui social media in un mese.

Come già specificato, la prova sociale ha un significativo impatto principalmente sui tuoi amici e sulle persone che conosci. Ma sempre più persone sui social media non seguono solo i loro amici, ma seguono anche gli influencer. Ecco dove influencer marketing entra in gioco.

3. Il potere degli influencer sulle decisioni di acquisto dei consumatori

Gli influencer sono gli utenti dei social media che hanno un pubblico solido e fedele che spesso condivide gli stessi interessi. Le loro opinioni sono naturalmente viste da un numero maggiore di persone, persone che si fidano di loro.

Secondo uno studio del Hub di marketing dell’influencer, quasi il 50% degli utenti di Twitter ha effettuato acquisti come risultato diretto di un Tweet di un influencer.

Influencer marketing - In che modo i social media influenzano le decisioni di acquisto dei consumatori

I micro-influencer sono particolarmente efficaci nel persuadere il loro pubblico poiché di solito sono esperti in alcuni argomenti di nicchia e specifici, il che li rende una fonte naturale di raccomandazioni per questo argomento. Se vendi un prodotto di nicchia, trovare influencer dei social media nella tua nicchia – blogger di Instagram, vlogger, TikTokers o amministratori di gruppi di Facebook – è un ottimo modo per raggiungere il tuo pubblico.

La Generazione Z ei Millenials hanno maggiori probabilità di essere influenzati, con l’84% dei millennial che afferma come il contenuto generato da estranei ha una certa influenza su come spendono i loro soldi.

L’influenza delle storie sulle decisioni di acquisto dei consumatori

Il Contenuto effimero è una tendenza relativamente recente, ma sta già conquistando sia gli utenti dei social media che i marchi. Snapchat è stato il primo a utilizzare le storie come formato, ma è Instagram a renderlo popolare e ora vanta oltre 500 milioni di utenti attivi al giorno.

Storie di Instagram: come i social media influenzano le decisioni di acquisto dei consumatori

Il contenuto condiviso tramite Storie di Instagram è tipicamente più grezzo e non filtrato, il che consente ai marchi di creare un’immagine più genuina. Consente alle aziende di portare le persone dietro le quinte e mostrare come operano, la loro cultura lavorativa e il team dietro i prodotti. Tutto ciò aiuta a promuovere una connessione autentica con un marchio.

Quindi queste sono le caratteristiche esclusive dei social media che modellano il comportamento dei clienti oggi. Ma come probabilmente saprai, ogni piattaforma di social media è leggermente diversa. Spesso, i marchi si chiedono su quale piattaforma di social media dovrebbero concentrarsi.

Le piattaforme di social media più popolari

1. Facebook

Facebook rimane la più grande piattaforma di social media al mondo (con quasi 1,7 miliardi di utenti), anche se negli ultimi anni ha avuto la sua giusta quota di scandali e controversie.

L’enorme dimensione della sua rete significa che sarai in grado di raggiungere molte persone, ma fai attenzione: Facebook non è così popolare come una volta. Edison Research’s dall’inizio del 2019 ha evidenziato che il 62% dei ragazzi di età compresa tra 12 e 34 anni negli Stati Uniti sono utenti di Facebook, in calo rispetto al 67% nel 2018 e al 79% nel 2017. Questa diminuzione è particolarmente notevole poiché l’utilizzo della fascia di età 35-54 e 55+ è stato costante e anche in aumento.

Nel 2015, il 52% degli acquisti online e offline dei consumatori è stato influenzata da Facebook, come evidenziato da DigitasLBi Commerce.

Ultimamente, l’azienda ha cercato di riparare la sua reputazione da introdurre un maggiore controllo sulla pubblicità e sulla gestione dei dati.

2. Instagram

Instagram è una piattaforma straordinaria per i marchi poiché ti offre così tante opportunità per mostrare il tuo prodotto: foto, video, storie, gallerie, filtri e altro ancora. Ora si vanta di più di un miliardo< utenti attivi mensilmente.

La cosa fantastica della piattaforma è che è popolare tra tutte le generazioni in tutti i paesi. 80% degli utenti di Instagram segui un account aziendale. Il 73% degli adolescenti statunitensi afferma che Instagram è il modo migliore per i marchi per raggiungerli con nuovi prodotti o promozioni.

Inoltre, la piattaforma stessa facilita lo shopping aggiungendo tag di acquisto e opzioni di pagamento ai post.

3. TikTok

Sebbene TikTok sia una piattaforma relativamente nuova, la sua rapida crescita ne ha fatto un’importante fonte di consapevolezza del marchio per gli utenti dei social media, in particolare la Generazione Z.

TikTok ora ha 800 milioni di utenti attivi in ​​tutto il mondo e il 41% di questi utenti ha un’età compresa tra i 16 ei 24 anni. Quindi, se vuoi raggiungere un pubblico più giovane, TikTok è il posto dove stare.

L’algoritmo di TikTok è anche fantastico per prodotti di nicchia e specifici poiché cura il tuo feed in base ai tuoi interessi. Rende più facile il tuo lavoro di ricerca di nuovi follower: l’algoritmo inserirà i tuoi contenuti nei feed del tuo potenziale pubblico.

Inoltre, TikTok ha recentemente lanciato nuovi modi per fare pubblicità sull’app, offrendo ai marchi maggiori opportunità per attirare i clienti.

4. Twitter

Secondo Hubspot, Twitter è una fonte di scoperte di prodotti per molte persone.

Le raccomandazioni di Twitter influiscono sulle decisioni di acquisto dei consumatori

A causa della sua natura rapida e della capacità di connettersi praticamente a chiunque, è un posto perfetto per chiedere consigli. SproutSocial mostra che il 53% dei consumatori consiglia attività o prodotti nei tweet, mentre un ulteriore 48% continua ad acquistare tali prodotti o servizi.

5. YouTube

C’è un dibattito sul fatto che YouTube sia effettivamente una piattaforma di social media o più una piattaforma di streaming o una piattaforma di contenuti. Tuttavia, è una delle piattaforme più popolari in circolazione.

Statistiche di YouTube sui consumi

Sempre più persone cercano recensioni di prodotti sulla piattaforma. Tieni presente che 80% delle persone chi ha detto di aver guardato un Video Youtube relativi a un prodotto che desiderano acquistare hanno dichiarato di averlo fatto all’inizio del processo di acquisto.

Se sei pronto a investire il tuo tempo creazione di contenuti per YouTube, può essere un compito molto gratificante. Basta guardare il canale BonAppetit che appartiene alla rivista con lo stesso nome. Ha quasi 6 milioni di abbonati e più di 1,3 miliardi di visualizzazioni quando la tiratura totale della rivista non supera le 1.600.000 copie in un anno.

Conclusione

Come vedi, i dati e la nostra esperienza quotidiana su Internet dimostrano che è difficile sostenere che i social media influenzino le decisioni di acquisto. L’impatto dei social media sulle decisioni di acquisto dei clienti può essere spiegato da molti fattori: prova sociale, penetrazione dei social media e disponibilità di vendita al dettaglio online.

Tuttavia, sta diventando sempre più difficile far risaltare il proprio marchio sui social media. Concentrarsi sulla piattaforma giusta, costruire creatività di campagne social media marketing e l’utilizzo di tecnologie aggiornate ti aiuterà.

Lascia un commento