Google Trends: 12 tecniche da utilizzare per fini SEO

Google Trends: 12 tecniche da utilizzare per fini SEO

Qual è uno degli strumenti meno utilizzati e potenti per il SEO?

Google Trends.

Google Trends è uno strumento importante per ogni marketer.

Per il suo potere, è importante che si capisca come usarlo correttamente e non “scoprire tendenze” dove non ce ne sono.

In questo articolo, imparerete tutto quello che c’è da sapere su Google Trends, oltre a 12 modi per utilizzarlo per fini SEO.

Che cos’è Google Trends?

Google Trends è uno strumento gratuito che fornisce dati e grafici sulla popolarità di specifici termini di ricerca utilizzati su Google e YouTube.

È stato introdotto originariamente nel 2006 e l’ultima versione è stata rilasciata nel maggio 2018.

È possibile utilizzare Google Trends per:

Ad esempio, il primo dibattito presidenziale americano tra Joe Biden e Donald Trump è iniziato alle 21.00 del 29 settembre 2020.

“Per coincidenza,” negli Stati Uniti, la tendenza di Google per sette giorni per la frase “trasferirsi in Canada” ha raggiunto il culmine alle 22 dello stesso giorno:

Come utilizzare Google Trends per il SEO

Pronti a tuffarvi in Google Trends?

Ecco 12 consigli su come utilizzare Google Trends per fini SEO.

1. 1. Parola chiave di ricerca

È possibile condurre ricerche gratuite sulle parole chiave su Google Trends inserendo un termine di ricerca specifico nella casella di ricerca della homepage.

Per impostazione predefinita, viene eseguita una ricerca delle parole chiave più popolari di Google – ma è anche possibile modificarla per setacciare i dati di ricerca su YouTube.

Google Trends restituirà un grafico della popolarità del termine di ricerca nell’ultimo anno. È inoltre possibile modificare l’intervallo di tempo ampliando la gamma delle date.

Guardare gli ultimi due o tre anni di dati, rispetto all’anno passato, può aiutare a distinguere le varie tendenze.

La funzione di ricerca per parole chiave aiuta a identificare le parole chiave che stanno crescendo in popolarità evitando parole chiave che stanno diventando meno popolari nel tempo.

2. 2. Trovare parole chiave correlate

Ciò che rende unico Google Trends è la sua capacità di consigliare le parole chiave correlate che stanno crescendo di popolarità.

Questa funzione è potente in quanto consente di identificare parole chiave migliori e più rilevanti in base al termine di ricerca principale.

Quando si digita un termine di ricerca nella homepage, il sito restituisce un elenco di parole chiave che considera strettamente correlate alla ricerca.

Google Trends vi mostra queste parole chiave in ordine di popolarità, e vi fornirà anche l’esatto aumento in % del volume di ricerca per ciascuna di esse.

A volte, sostituirà il volume di ricerca in % con la parola “Breakout”.

Ciò significa che la parola chiave è aumentata di oltre il 5.000%.

Secondo la mia esperienza, queste tendenze sono tra le più importanti da seguire, perché non sono ancora diventate competitive – il che significa che è possibile ottenere lo slot #1 sulla pagina di ricerca di Google prima che la parola chiave diventi mainstream.

L’unico svantaggio nel costruire la vostra strategia intorno alle parole chiave “Breakout” è che a volte possono rivelarsi la moda del momento ma non delle vere e proprie tendenze.

A differenza dei contenuti sempreverdi, i contenuti che si costruiscono intorno a questi termini di ricerca di tendenza possono alla fine diventare obsoleti.

3. 3. Scopri gli argomenti correlati

Oltre a utilizzare Google Trends per scoprire i termini di ricerca correlati, è possibile utilizzarlo anche per scoprire argomenti correlati per contenuti futuri.

Nella tabella a sinistra di Domande correlate c’è un altra sezione chiamata Argomenti correlati.

Invece di mostrare i termini di ricerca specifici, questa tabella fornisce una visione d’insieme di argomenti più ampi che le persone stanno cercando.

Dovrete comunque affinare le parole chiave specifiche per ogni argomento che sceglierete di scrivere – ma queste raccomandazioni possono aiutarvi a trovare idee nuove e di tendenza per i contenuti futuri.

Ci sono una miriade di modi per utilizzare Google Trends al meglio – ma come marketer di contenuti, questi sono sicuramente i più importanti.

Ora, passiamo ad alcuni consigli più specifici per l’utilizzo di Google Trends per migliorare la vostra strategia SEO.

4. Avvio Big & Whittle Down

Un ottimo modo per iniziare in grande?

Inserite una parola chiave importante per il vostro argomento e premete Entra in.

Da lì, Google Trends vi invita ad esercitarvi nei seguenti modi:

  • L’utilizzo di In tutto il mondo vi aiuta a rivolgervi ad un mercato specifico dal punto di vista geografico. Per esempio vedrete il picco della parola “ombrello” in momenti diversi in diversi emisferi.
  • Selezione del tempo va dal “2004 – presente” fino alle “ultime 4 ore”.
    • Suggerimento professionale: Utilizzate più selezioni temporali per avere un’idea delle tendenze a lungo termine rispetto a quelle a breve termine. Per saperne di più in seguito.
  • Il filtraggio per categoria è essenziale. Almeno se stai facendo una ricerca su “Celtic Thunder” e non vuoi leggere i modelli meteorologici irlandesi.
  • Tipo di ricerca web (tra cui web, immagini, notizie, Google Shopping e YouTube) è un’altra categoria vitale, maggiori info al punto 3.

5. Contesto, contesto, contesto, contesto

Google Trends funziona in modo altamente relativistico.

I risultati di oggi non sono paragonati alla popolarità complessiva di tutte le tendenze, ma piuttosto alle altezze precedenti delle parole chiave che avete inserito.

Prendete la frase “crociera ai Caraibi” – pre-COVID-19, un termine di ricerca molto popolare.

Ecco cosa vedrete nelle impostazioni predefinite, che includono “Ultimi 12 mesi”.

Come utilizzare Google Trends per il SEO

Probabilmente non è una sorpresa, la popolarità delle crociere ai Caraibi è crollata.

Ma cosa succede se cambiamo la data in “2004-presente”?

Come utilizzare Google Trends per il SEO

La tendenza generale sembra molto più stabile. Questo familiare modello di “battito cardiaco” è caratteristico dei termini di ricerca stagionali come “crociera ai Caraibi”.

Il takeaway: non ignorare mai il contesto.

Cercate di eliminare i vostri punti ciechi prima di credere di aver scoperto un’intuizione che nessun altro ha.

Altri modi per aggiungere il contesto includono:

  • Utilizzando il + Confronto per aggiungere nuove parole chiave.
  • Filtrare per paese o categoria.
  • Ricerche sul web.

6. 6. Avanzare ulteriormente con le opzioni di ricerca specifiche

L’utilizzo delle “domande correlate” e di altre opzioni di ricerca specifiche può aiutarvi a trovare nuove idee di parole chiave – e anche rubare affari dai vostri concorrenti.

Ecco come.

Noterete cinque opzioni – molte delle quali non sempre vengono utilizzate dagli utenti di Google Trend:

  • Ricerca web (Predefinito).
  • Ricerca immagini.
  • Ricerca notizie.
  • Google Shopping.
  • Ricerca su YouTube.

Ogni singolo click produrrà risultati basati su diversi segmenti dei vostri potenziali mercati.

Qui noterete anche altre opzioni per l’ordinamento di argomenti e domande popolari:

Come utilizzare Google Trends per il SEO

Notate che questo è impostato su alcuni valori predefiniti: vi mostra le tendenze al rialzo.

Clicca su In aumento e avrete anche la possibilità di visualizzare le parole chiave più importanti.

Di solito, la funzione In aumento è un’opzione migliore se si vogliono individuare le tendenze del momento.

Questi suggerimenti sono molto utili per il SEO perché possono contribuire a ispirare nuovi contenuti che abbracciano nuove tendenze.

Non abbiate paura di scavare nelle domande – c’è una buona probabilità che possiate saltare su una nuova tendenza prima che diventi un “breakout” e vi assicuriate una posizione di vertice per il vostro ultimo post.

7. 7. Obiettivo per località

L’uso complessivo di Google Trends si concentrerà esclusivamente sulle parole chiave.

Utilizzando le tendenze locali delle parole chiave, è possibile vedere esattamente quali regioni e sotto-regioni hanno bisogno dei vostri prodotti o servizi, permettendovi di ottenere un risultati mirati con la vostra strategia SEO.

Il filtraggio della posizione consente di affinare le aree geografiche con la più alta richiesta di prodotti o servizi.

Utilizzando le nostre tendenze con “crociera ai Caraibi”, scoprirete che i floridian – o almeno, le persone già presenti in Florida – sono i più interessati:

Come utilizzare Google Trends per il SEO

Fate un passo avanti con un clic su Florida, e scoprirete che la regione della metropolitana Orlando-Daytona Beach-Melbourne è la più alta, seguita da Miami e poi da Napoli.

8. 8. Previsioni di tendenza

È la cosa più semplice al mondo accedere a Google Trends e individuare quelle tendenze che lasciano già una scia di briciole di pane.

Il problema?

Ogni altro marketer utilizza gli stessi dati.

Se volete ulteriori approfondimenti, provate a utilizzare i dati disponibili per prevedere le tendenze.

Per poter seguire le ultime tendenze prima che nessun altro lo faccia, è necessario tenere sempre sotto controllo le tendenze stagionali e locali.

Con l’aiuto di Google Trends, è possibile trovare argomenti rilevanti che fanno tendenza in questo momento…. e creare contenuti su di loro prima di tutti gli altri.

Non molto tempo fa, la pratica del “newsjacking” era un modo sicuro per capitalizzare le storie di attualità. Google Trends può infatti mostrare esattamente quali sono le notizie più calde della giornata.

Ci sono alcuni modi per farlo:

  • Identificare le tendenze con il filtraggio per categorie o paesi specifici. Oggi la top storia del Benessere potrebbe non fare notizia nei principali titoli di Google Trends, ma può aiutare a identificare gli argomenti da tenere d’occhio.
  • Confrontare due frasi chiave in un unico trend. Ad esempio, sia “Vote for Trump” (rosso) che “Vote for Biden” (blu) hanno registrato una tendenza al rialzo negli ultimi 30 giorni. Che cosa significa? Questa è un’ottima domanda per iniziare la conversazione (cioè, aumentare l’impegno)

Come utilizzare Google Trends per il SEO

9. 9. Utilizzare frasi chiave a lunga durata per ispirare il contenuto

Classificarsi in cima alle SERP per “Crociere Caraibi” è ancora un’impresa, ma non c’è motivo per non arrivare in cima ai risultati di ricerca di Google per una variante a coda lunga di una frase importante.

Cambiando marcia, diciamo che stai scrivendo un blog musicale e vuoi sfruttare un evento imminente; i Grammy awards.

Un click sulla tendenza produrrà le domande più importanti poste a Google, i migliori nuovi artisti più ricercati e anche domande relative all’ospite dei Grammy – come ad esempio “quanti anni ha James Corden”?

Ma si vuole andare più in profondità e trovare un contenuto che sia veramente perspicace.

Provate ad usare il suggerimento n. 3 per trovare le query associate a Google Trends – ma non fermatevi qui.

Incrociate queste domande tra loro (#2) per ottenere un contesto adeguato e scoprire cosa c’è al centro della curiosità del cliente.

10. 10. Utilizzare i dati per l’ottimizzazione video

La visualizzazione di argomenti correlati – non solo di domande correlate – può aiutarvi a ottimizzare meglio i vostri contenuti video per la ricerca.

Diciamo che hai postato un video su come ottenere sconti sulle crociere ai Caraibi.

  • Inserire nel termine di ricerca.
  • Passa da Ricerca sul web a Ricerca su YouTube.
  • Guarda Domande correlate e Argomenti correlati.
  • Ordina per Top oppure per In aumento – se preferisci.

Da qui scoprirete che le persone cercano le crociere in base alle classi delle navi, non solo cercando le navi stesse.

Armati di queste conoscenze, siete in una posizione migliore per scrivere titoli e descrizioni pertinenti.

Questo migliora la vostra opportunità di catturare il traffico di YouTube, mentre la stagione delle crociere va avanti.

Potete anche decidere di creare una serie di video (o contenuti del blog) che spiegano le diverse classi di navi disponibili sulla vostra linea di crociera.

11. 11. Utilizzare le tendenze cicliche per il posizionamento del marchio

Supponiamo che vogliate posizionarvi  per una “boutique per matrimoni”.

L’interesse per i matrimoni è stato influenzato da COVID-19?

Una semplice ricerca di “matrimonio” negli ultimi 5 anni rivela che l’interesse per i matrimoni è scivolato a metà del 2020, ma ha avuto un rimbalzo.

Storicamente, l’interesse per i matrimoni è abbastanza uniforme, tutto l’anno.

Come utilizzare Google Trends per il SEO

Da questo si può dedurre che i progetti di matrimonio sono tornati in pista, indipendentemente dalla pandemia, e storicamente non sono in competizione con le vacanze.

Questo non significa che i matrimoni siano gli stessi di un anno fa. Questo richiederà qualche ricerca supplementare.

12. 12. Identificare i Blind Spots & Non fraintendere le tendenze

L’uso avanzato di Google Trends significa che andrete un passo oltre qualsiasi cosa pensiate che il vostro attuale punto di vista sia quello di vedere se avete dei punti ciechi.

Per esempio:

  • Non fidarti mai di una sola intuizione. Ottenete sempre una visione più ampia di una linea temporale per vedere cos’altro sta succedendo.
  • Una tendenza all’aumento di una frase chiave è ancora indebolita da altre più importanti? Cercate sempre il contesto.
  • Ricerche sui matrimoni per il numero 8, ho incontrato un drastico aumento delle tendenze di YouTube per i matrimoni durante l’estate del 2017 – molto maggiore rispetto alle estati precedenti – che ha quasi quadruplicato l’interesse precedente. Ulteriori ricerche non sono riuscite a identificare una parola chiave specifica, se non per mostrare un drastico aumento dell’interesse per i matrimoni nell’Asia meridionale. Questa tendenza, guidata dall’area geografica, è un grande esempio di un’intuizione unica che deriva dalla una ricerca senza fine al contesto di comprensione.

Con questi suggerimenti, puoi usare Google Trends per pianificare il tuo calendario dei contenuti.

Poiché siete consapevoli dei vostri punti ciechi (mentre la concorrenza potrebbe non esserlo), potete approfondire i risultati della ricerca per ottenere dati più sofisticati per alimentare la vostra strategia SEO.

Sommario

I dati di Google Trends sono più importanti e preziosi che mai.

Ci sono intuizioni uniche da cogliere per chi vuole andare oltre una ricerca di base.

La chiave è rimanere fedeli alle vostre domande fino a quando non trovate le intuizioni – anche se non sempre sono ovvie.

Lascia un commento